L'Associazione

La "ANPROF – Associazione Nazionale Professionisti" è un'associazione senza scopo di lucro costituita ai sensi dell'art. 36 c.c., con sede in Via Divisione Folgore, 7 36100 Vicenza (VI), ma può costituire sedi secondarie sia in Italia che all’estero.

 

Tale associazione è disciplinata dal presente statuto ed agisce secondo i principi e nei limiti dell’ordinamento giuridico.

 

La "ANPROF – Associazione Nazionale Professionisti"  è apolitica, aconfessionale e non ha fini di lucro, da intendersi anche come divieto di ripartire i proventi fra gli associati in forme indirette o differite. Gli eventuali avanzi di gestione debbono essere reinvestiti nelle attività istituzionali, indicate nel presente statuto.

 

La "ANPROF – Associazione Nazionale Professionisti" si prefigge di promuovere e perseguire i seguenti scopi:

  1. Rappresentare, tutelare e promuovere le necessità giuridiche, tecniche, economiche, commerciali, professionali e sindacali dei professionisti operanti in qualsiasi settore, sia dipendenti pubblici sia di aziende private, nelle opportune sedi istituzionali;

  2. Essere rappresentativa degli iscritti valorizzando l’immagine e le funzioni professionali degli stessi;

  3. Favorire e coordinare iniziative in ambito culturale, professionale e tecnico anche al fine di promuovere lo scambio di esperienze;

  4. Adoperarsi per una presenza attiva dell’Associazione nelle sedi di formulazione delle proposte legislative anche quale parte civile;

  5. Sviluppare e mantenere rapporti con altre Associazioni o Organizzazioni o Sindacati o Enti, locali, provinciali, regionali, nazionali, europei ed internazionali finalizzati anche all’erogazione di servizi ai Soci e favorendo, in ogni caso, rapporti di collaborazione e sinergia tra le parti;

  6. Contribuire all’arricchimento culturale, professionale e sindacale, degli iscritti mediante convegni, conferenze, corsi di aggiornamento e borse di studio, anche attingendo a risorse pubbliche, ed eventualmente attraverso la pubblicazione di libri, periodici e bollettini (con esclusione dei quotidiani);

  7. Favorire la formazione permanente e la riqualificazione professionale degli iscritti, dei loro dipendenti e dei loro assistiti anche allo scopo di giungere ad un’ottimale gestione delle risorse umane come fattore strategico di sviluppo;

  8. Strutturare adeguati sistemi di controllo di performance dei propri iscritti al fine di mantenere elevato il livello di professionalità dei professionisti nel rispetto del codice etico e di condotta dell’associazione professionale a cui essi appartengono.

 

L’Associazione trae le proprie risorse economiche per il funzionamento e per lo svolgimento delle proprie attività da:

 

  1. Quote di iscrizione e da quelle annuali di associazione;

  2. Contributi degli aderenti e dei privati;

  3. Contributi dello Stato, di Enti e di Istituzioni Pubbliche o di Organismi Internazionali;

  4. Donazioni e lasciti testamentari;

  5. Entrate derivanti da convenzioni o da cessione di beni o servizi agli associati o ai terzi;

    Il fondo comune costituito con le risorse di cui al comma precedente non può essere ripartito tra i soci né durante la vita dell’Associazione, né all’atto del suo scioglimento.

    L’esercizio finanziario dell’Associazione ha inizio il 1 GENNAIO e termine il 31 DICEMBRE di ogni anno.

    Al termine di ogni esercizio sociale il Consiglio Direttivo redige il bilancio consuntivo e lo sottopone all’approvazione dell’Assemblea dei soci entro il mese di MARZO.